x
x
logo Vanesia Mag
Logo Beauty Advisor
05/05/2015
http://www.vanesia.it/magazine/Medicina-Estetica/Come-rimuovere-un-tatuaggio_122_a1.html Come rimuovere un tatuaggio
Medicina Estetica
Come rimuovere un tatuaggio

 

Meditato per lungo tempo o frutto di un gesto d’impulso attuato in preda a uno stato d’animo momentaneo. Sono tanti i motivi per cui si sceglie di farsi un tatuaggio:può essere qualcosa che ci rappresenta in un determinato momento o un omaggio a una persona o a un ideale. Spesso a prevalere è la componente emozionale, affettiva. La vita, si sa, è in continuo movimento ed ecco che altrettanti possono essere i motivi per cui si decide di rimuoverlo. Perché ha perso il suo significato originario, perché sono mutate le condizioni che avevano portato a sceglierlo o, semplicemente, perché si è cambiato idea. 


Oggi, grazie al laser Q-switced, è possibile rimuovere i tatuaggi in tutta sicurezza, in modo semplice e senza segni residui sulla pelle. Ce ne parla Giacomo Urtis, dottore in Medicina estetica e Dermatologia.

“Il laser Q-switched – spiega il dottor Urtis - è l’ultima generazione di laser capace di rimuovere completamente i tatuaggi in tutta sicurezza, diversamente dai primi laser usati che lasciavano segni sgradevoli sulla pelle.”


Come funziona questo laser?

“Emettendo una potente energia fisica, il laser Q-switched, è capace di frammentare i pigmenti dei tatuaggi trasformandoli in piccole molecole secondariamente fagocitate dai macrofagi (le cellule spazzino del nostro sangue) poi eliminati.”


Quante sedute occorrono per eliminare un tatuaggio con il laser Q-switched?

“Per eliminare completamente un tatuaggio sono necessarie diverse sedute distanziate l’una dall’altra da circa 25 giorni. Il numero di sedute necessarie e quindi la durata del trattamento dipende da diversi fattori:

1. Quando è stato realizzato il tatuaggio: più è vecchio più è veloce rimuoverlo visto che è già stato aggredito parzialmente dai macrofagi.

2. Natura dei pigmenti: quelli naturali sono più facili da rimuovere.

3. La sede del tatuaggio: la rimozione dei tatuaggi vicini al petto è più agevole rispetto a quelli sulle estremità degli arti poiché la circolazione sanguinea è più rallentata.

4. Quanto è grande il tatuaggio: un tatuaggio di grande dimensioni viene eliminato più difficilmente."


Si tratta di un trattamento doloroso?


“Per attenuare la sensazione di pizzicore durante la seduta, è consigliabile applicare una crema anestetica sulla zona da trattare mezz’ora prima della seduta. Dopo ogni seduta viene medicata la zona trattata con una crema antibiotica e coperta da un cerotto.” Quali sono i tempi di ripresa? “Il paziente può immediatamente riprendere la sua vita sociale e lavorativa.” Quali sono le cure richieste post trattamento? “A domicilio, bisogna continuare ad applicare la crema antibiotica e proteggere la zona trattata dai raggi UV per evitarne la pigmentazione.”

Oggi, grazie al laser Q-switced, è possibile rimuovere i tatuaggi in tutta sicurezza, in modo semplice e senza segni residui sulla pelle. Ce ne parla Giacomo Urtis, dottore in Medicina estetica e Dermatologia.
STAY IN TOUCH
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere
aggiornamenti ed offerte esclusive
Condividi articolo su
TAG: beauty news special style curiosità
African Safari
Framesi Morphosis
ORLY
African Safari
Framesi Morphosis
ORLY
COME MANTENERE IN FORMA UN TATUAGGIO
Copyright © 2019 Vanesia - Tutti i diritti riservati | P.IVA: 02311420224