x
x
logo Vanesia Mag
Logo Beauty Advisor
Make-Up 06/09/2016
http://www.vanesia.it/magazine/Make-Up/caduta-capelli-dopo-estate-nessun-allarme_386_a2.html Caduta dei capelli dopo l'estate, nessun allarme!

Caduta dei capelli dopo l'estate, nessun allarme!

Con il rientro dalle vacanze aumenta il problema.

La perdita di capelli si intensifica soprattutto nella stagione autunnale, ma anche  in estate chi soffre di problemi di capelli, può vedere la propria caduta accentuarsi a causa di alcuni fattori che spesso vengono trascurati ma che influiscono notevolmente sulla salute del nostro cuoio capelluto. In particolare nella stagione estiva i nostri capelli risentono di sole (capelli bruciati dal sole), caldo, umidità, salsedine, cloro, troppi shampoo e alimentazione sbagliata.

Per caduta stagionale dei capelli si intende come un aumento del numero giornaliero di capelli che cadono, come detto, soprattutto nei cambi di stagione tra la primavera  e l’autunno. Quest’ultima stagione è infatti il periodo in cui, di fronte all’irrigidirsi delle condizioni climatiche,  gli organismi animali e vegetali rispondo con forme di adattamento analoghe: gli alberi rilasciano le foglie, gli animali cambiano il pelo e gli uomini perdono i capelli.

Questo comune fenomeno di caduta avviene per cause ancora non del tutto chiare. C’è chi lo riconduce ad una semplice eredità genetica, alcuni studiosi invece ritengono che la variazione del rapporto fra ore di luce e ore di buio, incidendo sull’equilibrio ormonale, sia la causa della perdita di capelli. Altri ancora propongono una spiegazione più psico-sociologica del fenomeno, indicando nel ritorno alla vita “malsana” della città, col suo carico negativo di stress da lavoro, ritmi frenetici e inquinamento atmosferico, la causa primaria dell’aumento della caduta di capelli.

Qualunque sia la spiegazione all’aumento della caduta dei capelli legato alle stagioni, va considerato, almeno in parte, come un fenomeno fisiologico di “ricambio” naturale. I capelli, infatti, hanno un loro ciclo di ricrescita che può durare fra i due e i sei anni rinnovandosi una ventina di volte nell’arco dell’esistenza di ogni individuo. Questo significa che ogni capello cade e ricresce venti volte prima di morire definitivamente per atrofizzazione del follicolo pilifero. La primavera e l’autunno non fanno altro che accelerare, con il cambio climatico, il ciclo vitale dei capelli e il loro rinnovamento.

Nonostante la caduta dei capelli si verifichi con maggior frequenza in primavera e autunno in estate molte persone si rivolgono a centri tricologici specializzati lamentando una perdita anomala di capelli e un diradamento della propria chioma. In autunno, persino nelle persone con folte capigliature, la caduta può superare abbondantemente il numero di cento capelli al giorno, ed è naturale che le persone sgomente si rechino nei centri specializzati, dove il più delle volte dalle analisi non emergono condizioni anomale e la caduta dei capelli risulta essere solo un fenomeno stagionale.

Condividi articolo su
TAG: hair capelli benessere
UN NUOVO SALOTTO PER LO STYLING
Raccolto di stile
CAPELLI: CAMBIO COLORE
UN NUOVO SALOTTO PER LO STYLING
Raccolto di stile
CAPELLI: CAMBIO COLORE
SVEGLIA DETOX
Copyright © 2019 Vanesia - Tutti i diritti riservati | P.IVA: 02311420224