x
x
logo Vanesia Mag
Logo Beauty Advisor
19/03/2015
http://www.vanesia.it/magazine/Fitness/cose-che-non-sai-sulla-corsa_101_a1.html 10 cose che forse ancora non sai sulla corsa
Fitness
10 cose che forse ancora non sai sulla corsa

 

Aiuta a prevenire l’osteoporosi
La corsa aumenta la densità ossea, rafforza lo scheletro e riduce il rischio di osteoporosi. Lo dicono vari studi, fra cui quello condotto dall’Università del Missouri: le sollecitazioni ad alto impatto della corsa (e di altri sport come per esempio il calcio o la pallacanestro) esercitano un forte stress meccanico sul sistema scheletrico e il corpo reagisce contribuendo a preservare la solidità delle ossa. A questo si aggiunge il beneficio dello sport all’aria aperta, che permette all’organismo di assorbire vitamina D, indispensabile i processi di mineralizzazione.

Fa bene a cuore e colesterolo
La corsa svolge un'azione preventiva nei confronti delle patologie cardiovascolari, ed è consigliata a chi soffre di pressione alta. Inoltre, favorisce l'aumento del colesterolo buono (HDL), che ha un effetto positivo sulla salute dei vasi sanguigni, poiché ha il compito di spazzare via il colesterolo cattivo (LDL), responsabile di disturbi e malattie come l’arteriosclerosi. Recenti studi, analizzando gli effetti di un'attività fisica costante (circa 45 minuti al giorno, cinque giorni alla settimana) sul colesterolo buono, ne hanno riscontrato un aumento fino al 15%, e la diminuzione dei trigliceridi.

Agisce come uno stupefacente
Si chiama runner’s high (sballo del corridore) ed è la sensazione di euforia che molti atleti riscontrano durante un’attività sportiva prolungata. Contrariamente a quanto si è creduto per lungo tempo, le cause, più che psicologiche, sono a tutti gli effetti neurochimiche e sono il risultato del rilascio di endorfine da parte dell’ipofisi durante un allenamento di almeno trenta minuti (la durata è, ovviamente, soggettiva).

Migliora la qualità del sonno e favorisce memoria e concentrazione
Queste endorfine sono neurotrasmettitori con proprietà analgesiche e causano, a seconda della quantità rilasciata, euforia oppure sonnolenza: hanno quindi proprietà analoghe a quelle di oppio e morfina favorendo uno stato di benessere generale, una decisa riduzione dello stress e un miglioramento della qualità del riposo notturno. La pratica sportiva della corsa avrebbe inoltre, secondo alcuni studi (tra cui il più famoso, quello di Glasser) l’effetto di aumentare l’attività neuronale e l’efficienza delle sinapsi. Come dire, correre rende più intelligenti.

È anche una questione metabolica
Chi corre le lunghe distanze lo sa, dopo il trentesimo chilometro c’è un nemico subdolo in agguato: il muro del maratoneta. Questo vero e proprio “blocco” si verifica perché nell’organismo finisce il carburante, rappresentato dal glicogeno. Il glicogeno viene immagazzinato nel fegato e nel muscolo per poi venire scisso in glucosio. Le riserve epatiche servono come scorta energetica, mentre quelle muscolari per portare avanti l’attività. Quando ci si imbatte nel muro, l’organismo inizia a bruciare grassi, che è molto diverso dal bruciare carboidrati. Come prevenirlo? Assumendo il giusto apporto di carboidrati e proteine nei giorni precedenti l’evento. E se si verifica, rallentare il ritmo e provvedere subito a un’integrazione con sali minerali e carboidrati ad alto indice glicemico.

Scolpisce il corpo con armonia
Tutti gli sport hanno effetti sulla struttura muscolare. Dimunuiscono la massa grassa in favore di quella magra e rendono il corpo più tonico. Il vantaggio della corsa è che questi effetti conferiscono, nell’insieme, un risultato armonioso, senza muscoli troppo sviluppati rispetto ad altri e con una equilibrata distribuzione tra parte destra e parte sinistra del corpo.

Migliora la vita sessuale
Come abbiamo già visto in un precedente articolo, l’attività fisica ha effetti sulla sessualità. Le motivazioni sono biochimiche ma anche psicologiche. Un’attività fisica costante migliora l’aspetto fisico e di riflesso l’autostima e la voglia di “mettersi in gioco” con il corpo.

Permette di non rinunciare alla propria femminilità
Praticare sport con regolarità non vuol dire smettere di prendersi cura del proprio aspetto. Ne sanno qualcosa le atlete professioniste che non rinunciano a esaltare la propria grazia e femminilità con piccoli dettagli di stile anche durante le competizioni o gli allenamenti. E se i piedi di una runner dopo una maratona non saranno propriamente pronti per essere esibiti con sandali gioiello, concedersi una pedicure dopo una gara permette di intervenire sulle callosità tipiche dei runner e di godere di massaggi plantari specifici, in grado di apportare notevoli benefici anche alla corsa.

Usura le scarpe proprio come le gomme di un'auto
Le scarpe da running hanno una durata che si misura in km, proprio come le gomme dell’automobile. La durata media è compresa tra i 600 e i 1000 km. Le variabili sono soggettive e dipendono dal peso del runner, dalle condizioni del terreno i cui si corre abitualmente e dal modello di scarpe.

Non conosce limiti
La distanza ufficiale della maratona è 42,195 chilometri. Questa però non è la gara più lunga. Esistono infatti gare ben più impegnative! Sono le ultra maratone, che si misurano in chilometri oppure in durata: ventiquattro o anche quarantotto ore. La velocità massima mai raggiunta da un uomo? Oltre 44 km all’ora. Il record appartiene a Usain Bolt, che nella finale dei 100 metri dei mondiali di Berlino 2009 ha corso gli ultimi 50 metri tenendo una media di 41,7 km/h. E il più giovane runner? Lo statunitense Anthony Russo, che ha corso la mezza maratona (21 km) all’età di 5 anni. E infine, la corsa più lunga della storia: 27.011 km (l’equivalente di 630 maratone) in un anno, con una media di 74 chilometri al giorno alla velocità media di 9/10 chilometri l’ora e  con un totale di 30 paia di scarpe consumate. Sono i numeri del belga Serge Gitrard.

 

 

 

di Ilaria Sicchirollo

Tutti sanno che l’attività fisica e la corsa in particolare sono alleati di salute e benessere. Quello che non tutti sanno è che…
STAY IN TOUCH
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere
aggiornamenti ed offerte esclusive
Condividi articolo su
TAG: beauty body art fitness curiosità
African Safari
Framesi Morphosis
ORLY
African Safari
Framesi Morphosis
ORLY
COME MANTENERE IN FORMA UN TATUAGGIO
Copyright © 2018 Vanesia - Tutti i diritti riservati | P.IVA: 02311420224